Il comodato

Il comodato

Il comodato scritto è lo strumento con cui un appassionato o un museo possono "prestare" oggetti delle collezioni tutelando questi e i prorpietari.

CONVENZIONE DI COMODATO

TRA

  • Ragione Sociale
  • Codice fiscale
  • Sede
  • Rappresentato da
    • Nome Cognome
    • Domicilio
    • Carica

di seguito nominato comodatario;

    • Nome Cognome
    • nato a ... il ... Codice Fiscale ...
    • Residente

di seguito nominato proprietario;

L'anno _____ mese di _________ il giorno _______________

SI STIPULA E CONVIENE QUANTO SEGUE

  • 1. A far tempo dal ... il proprietario concede in comodato d’uso gratuito al comodatario
  • quantità
  • nome
  • epoca
  • descrizione

che si dichiara noto alle parti per quantità, qualità, stato di conservazione e valore e di cui si allega, apposito documento.

  • 2. La durata del qui pattuito comodato sarà di anni 3 e pertanto scadrà il ... . Lo stesso si intenderà tacitamente rinnovato di ulteriori anni 3, salvo non intervenga disdetta da parte del proprietario, a mezzo lettera raccomandata, con 3 mesi di preavviso.
  • 3. In deroga a quanto stabilito dall’art. 1809, comma 2 del c.c., il presente contratto potrà essere risolto con effetto immediato solo in caso di comune accordo tra le parti.
  • 4. L’oggetto summenzionato è concesso in uso al comodatario affinché sia conservato ed esposto al pubblico presso
    • Struttura
    • Indirizzo
    • Ambientazione

E’ vietato qualsiasi altro utilizzo dell’oggetto.

  • 5. Il materiale ceduto è stato verificato al momento del deposito. Il proprietario inoltre si assume la responsabilità di verificare e comprovare lo stato di conservazione ed uso prima della firma del presente contratto.
  • 6. Qualunque modifica, integrazione, riparazione, restauro o completamento del materiale in argomento dovrà essere preventivamente approvata dal proprietario che provvederà, in tale eventualità, a fornire le necessarie autorizzazioni e certificazioni.
  • Il comodatario non potrà in nessun caso concedere a terzi il godimento degli oggetti facenti parte della collezione senza il preventivo consenso del comodante.
  • 7. Il comodatario da atto che i materiali delle collezioni sono coperti da assicurazione.
  • 8. Annualmente, su eventuale richiesta del proprietario, le parti si impegnano a riunirsi presso la sede del Museo della Bonifica per rivedere ed eventualmente aggiornare il valore dell’oggetto in comodato. Qualora non ci fosse accordo sulla quantificazione dello stesso, le parti si riservano il diritto di stralciare il pezzo dall’elenco in corso di verifica e toglierlo dall’esposizione.
  • 9. Al comodatario è concessa la facoltà di restituire l’oggetto dato in comodato qualora si trovasse nella possibilità di sostituire il pezzo con altri di sua proprietà o di proprietà di terzi.
  • 10. Tutte le spese di ordinaria manutenzione ed ogni altro onere conseguente all’uso della collezione, sono a completo carico del comodatario senza alcun aggravio per il proprietario.
  • 11. Il presente contratto è regolato dalle disposizioni dell’art. 1803 del Codice Civile e seguenti.
  • 12. Con la sola eccezione del comma 2 dell’art. 1809 c.c., non vengono concordati fra le parti patti in deroga alla Legge cui le parti stesse si rimettono.
  • 13. Tutte le spese conseguenti ed accessorie al presente atto, comprese quelle dell’eventuale registrazione, sono a totale carico del comodatario.
  • 14. Le parti dichiarano di avere anticipatamente inventariato e determinato il valore di ogni singolo pezzo facente parte della collezione oggetto del presente comodato, di comune accordo. Il tutto è stato riportato su elenco cartaceo o supporto digitale e consegnato alle parti.

Letto, accettato e a conferma sottofirmato.

IL COMODATARIO

IL PROPRIETARIO

Comments