Libri


 
Un catalogo completo delle munizioni d'artiglieria, in uso nell'Esercito e nella Marina italiane, nella prima guerra mondiale. I capitoli si susseguono toccando tutti gli argomenti correlati dai profili dei proietti fino ai caricamenti a gas per arrivare alle spolette. Delle spolette, oltre al disegno della sezione, una descrizione completa delle parti e del funzionamento. Per ogni proiettile, una sezione, con riportati i dati riguardanti le dimensioni, il caricamento ed altre particolari caratteristiche.
 Il volume analizza la storia della specialità bombardieri dalla costituzione della Scuola di Susegana nel 1915 allo scioglimento dell’Ispettorato dei Bombardieri nel 1919. Nella prima parte sono affrontati i temi tattici, ordinativi, organici, della tecnica dei materiali ed il rendimento delle bombarde nelle varie battaglie. La seconda parte riporta le schede descrittive di ogni tipo di bombarda e di lanciabombe usato dall’Esercito Italiano e del relativo munizionamento.

 Ugo Cerletti è stato uno dei più celebri neuropsichiatri europei della prima metà del secolo. Volontario come Ufficiale medico degli Alpini, durante la guerra, ebbe l’idea di differire lo scoppio degli ordigni. Attenendosi alla più scrupolosa verità dei fatti, l’autore, descrisse la propria lotta contro le difficoltà materiali, le diffidenze e la rivalità della casta militare, la disorganizzazione della burocrazia, le trame interessate degli speculatori. Un pezzo di storia, avvincente e interessante ma soprattutto, la vera prova che l’Italia costruì, in quell’epoca, spolette a scoppio differito.
  
Un'opera indispensabile per studiosi, collezionisti, esperti di militaria e storici, che propone una ricerca organica relativa all'artiglieria da trincea austro ungarica e germanica inpiegata sul fronte italiano durante la prima Guerra Mondiale. Illustrato con centinaia di immagini, ne analizza la tecnica, il munizionamento e l'impiego in prima linea come appoggio alla fanteria e alle squadre d'assalto.
 Gli artigli delle Aquile

  L’impiego del mezzo aereo durante la Grande Guerra, richiese non solo lo sviluppo di soluzioni aerodinamiche sempre più avanzate e propulsori sempre più potenti, ma anche la realizzazione di mezzi di offesa concepiti per rispondere alle peculiari esigenze dell’offesa dall’alto e del combattimento aria-aria. Il volume, illustrato con disegni e fotografie d’epoca, ripercorre questi sviluppi sulla base della documentazione conservata negli archivi degli uffici storici dello Stato Maggiore Aeronautica ed Esercito e dei materiali custoditi in collezioni pubbliche e private.
 

Pictures and letters of an American, voluntary in the Red Cross during the Great War, in the lower area of the Piave river. Unknown images, discovered in another part of the world. A piece of lost history that is reassembling, giving back, with emotion, new memories.

Le foto e le lettere di un americano volontario nella Croce Rossa durante la Grande Guerra sul settore del Basso Piave. Immagini sconosciute ritrovate in un altra parte del mondo. Un pezzo di storia sperduta che si ricompone restituendo, con emozione, una nuova memoria.

 Shrapnel

 Lo shrapnel fu l’arma anti uomo dell’artiglieria in uso tra il 1800 e il 1900. Aprendosi vicino al bersaglio liberava un gran numero di pallette che proseguivano lungo la traiettoria del tiro andando a colpire gli assembramenti di truppe scoperte. Questo libro ne racconta l’ideazione (1784), gli sviluppi, le incomprensioni, i contributi nelle battaglie, fino al suo accantonamento e poi al re impiego dell’idea (1984). In appendice, un contributo scientifico della dott. Veronica Ros: Caratterizzazione chimica ed isotopica di shrapnel della prima Guerra Mondiale
 Bombe tedesche a mano e da fucile della GG


  Nel panorama internazionale non mancano certo le pubblicazioni specifiche sulle bombe a mano tedesche e le informazioni che le compongono sono ormai patrimonio condiviso. In Italia sull’argomento esisteva solo il lavoro di Nevio Mantovan. L’editore ritenne che i tempi fossero maturi per produrne uno nuovo che comprendesse le ultime informazioni trovate e presentasse immagini inedite e disegni nuovi, fruibili per tutti gli appassionati del settore.
Ha preso corpo così questo lavoro, che si presenta completo, con una veste grafica inedita  e con una particolarità: quella di discriminare i modelli effettivamente utilizzati sul fronte Italiano.
 Sei mesi in guerra sulle dolomiti


  Ugo Cerletti, più noto quale neuropsichiatra inventore dell'elettroshock, nella GG fu volontario come medico tra gli alpini. All'ombra delle tre Cime ideò le spolette differite e contemporaneamente scattò molte fote che sono rimaste inedite fino ad ora. Walter Musizza, Giovanni De Donà e Marcuzzo Bruno le hanno raccolte e raccontate. Ospedali e retrovie si alternano a teleferiche e prime linee. Personaggi più o meno noti si affacciano nei racconti a dar voce a questa memoria.
 
  

La grande guerra tra terra ed acqua.

Storie e memorie nelle terre basse tra Livenza, Piave e Sile fino al mare.

ISBN 978-88-89614-07-6

http://www.youblisher.com/p/1461972-La-Grande-Guerra-tra-terra-ed-acqua/
Comments